venerdì 8 agosto 2008

LUSTING AFTER PRAWNS WITH APPLE AND COCONUT

SULLA STRADA ..... PER CHIOGGIA

Ci piace andare per sagre. Nell'ultimo mese ne abbiamo girate tante, ma la più suggestiva è stata la sagra del pesce che si è tenuta a Chioggia, a luglio.
La sera prima, mentre passeggiavamo lungo una strada semideserta, Luca mi dice "Ti va se domani torniamo dalle parti di Venezia?". C'eravamo già stati due settimane prima, approfittando del fatto che Luca doveva sistemare un impianto d'allarme ad un amico.
Questa sua frase sboccia simile ad un fuoco d'artificio, nel cielo di mezzanotte. Sorrido e vedo che anche Luca lo fa. E' un sorriso che fa pensare al pane appena sfornato.
Penso all'autostrada, a passeggiate sul lungomare, alla nostra pelle che scurisce sotto al sole. A caffè shakerati e a cocktail colorati, con l'ombrellino e la fetta d'arancia. Dimentico gli odori di etere dell'ospedale. I turni pesanti. Bologna nei fine settimana di luglio è mezza vuota, vacante. Anche noi ce ne andremo.
Le ore della notte mi gocciolano tra le dita addormentate. Mi sveglio con l'odore del sole che filtra dalle tapparelle. La stanza è gialla, come le lenzuola. Mi giro per sfiorare Luca, ma nell'altra metà del letto c'è solo un'ombra di calore e di affossamento.
Mi alzo barcollando e sbadigliando, lo trovo in cucina intento a sistemare delle fatture. "Finalmente ti sei svegliata!" mi dice. "Non sono sveglia" gli rispondo e poi faccio qualche capriccio mentre mi spedisce sotto la doccia. Cerco di lavare via la stanchezza della lunga settimana di lavoro, strofinandomi e tenendo la faccia sotto la cascata obliqua dell'acqua. Luca è lì fuori che mi aspetta con l'accappatoio in mano.
Questo sabato mattina è iniziato bene. Mi vesto, mi trucco gli occhi e le labbra e infilo un po' di cose nel mio borsone. Dalla camera da letto grido a Luca che è in cucina, "Luca, gonna rossa o gialla? Quale preferisci che mi metta?" risponde con un " A me piacciono tutte e due!". Poi evidentemente, pensando che se non mi avesse dato una risposta sarei andata avanti a chiedergli quale mi stesse meglio, aggiunge "Metti la gialla, ma io ti preferisco senza!". Mentre finisce la frase mi raggiunge in camera, proprio mentre mi sto sfilando la mini rossa per indossare la gialla. "Ma eri già pronta, stai bene con la rossa!" dice.
Sorridendo mi infilo nella gialla. Sembra volere protestare, ma un bacio lo zittisce. Siamo pronti per partire, chiudiamo casa e saltiamo in macchina. Non faccio in tempo ad allacciarmi le cinture che siamo già arrivati al bar. Scendiamo e ordiniamo un cappuccino ed un caffè, una brioche salata per Luca ed una dolcissima per me, il barista sa già quale preferisco e me la allunga.
E' calda, appena sfornata ed è ripiena di crema. Buttiamo un occhio al giornale e risaliamo in macchina. Dopo il caffè, la sigaretta. Ne dividiamo una in due, mentre ci avviamo verso il casello autostradale. Decidiamo di fare una tappa a Padova e di portarci poi a Chioggia e dintorni. Mentre viaggiamo sull'autostrada, guardiamo il cielo, è quasi grigio da quanta afa c'è. L'aria è così densa che sembra colare a fili. Ce la stiamo lasciando alle spalle. "Non ci seguirà!" dico a Luca. Qua dentro l'aria condizionata sparata fresca, offre un piacevole contrasto alla furia rovente del sole, là fuori. James Blunt sta cantando "Same Mistake" e la sua voce mi colpisce con la violenza di una piuma, un dolce solletico all'altezza del cuore. Ogni volta che lo sento cantare, la sensazione che provo è una sorta di dejà-vu. Sono convinta di averlo conosciuto a Londra, quando ancora non faceva il cantante famoso. Dovrei andare a scartabellare tra vecchie foto, ne ho intere valigie, e cercare quelle in cui penso ci sia anche lui. Prima o poi lo farò.
Facciamo una sosta in un autogrill, per un caffè, le winston blue e una bottiglia d'acqua. Nel frattempo giriamo tra gli scaffali e guardiamo tutto, dal salamino piccante al libro in offerta, una girandola di merce esposta, fatta per essere guardata. Troviamo un libricino interessante, "Cucinare con le uova", lo sfogliamo e decidiamo che ha superato il test. Quando almeno metà delle pagine sono in grado di farci venire l'acquolina in bocca, allora passa il test. Costa 4 euro, è nostro. Tutti felici ci avviamo alla cassa col nostro trofeo e poi usciamo. Non so perchè, ma gli autogrill hanno un certo fascino su di me, soprattutto quando si viaggia di notte. Dovrei andare a scavare nel mio inconscio per capirne il motivo, ma in fondo è una cosa così piccola, che posso accettarla con leggerezza, senza ulteriori scavi archeologici.
Nella piena luce del primo pomeriggio arriviamo a Padova. Passeggiamo per le vie del centro, scattiamo qualche foto, ci intrufoliamo dentro i negozi, alla ricerca del saldo imperdibile. Non troviamo niente che valga veramente la pena, a parte una borsa, perfetta da usare tutti i giorni per andare al lavoro. Quella che di solito uso, si sta lentamente sbriciolando; se ho continuato finora a tenermela sulla spalla, è solo per affetto. Mi affeziono alle cose ed è un dramma, perchè mi è difficile buttare anche le cose vecchie e consumate. Preferisco riporle in cantina, dove magari un giorno, apriremo un mercatino vintage. I sogni. Sogno sempre, ma ho anche gli occhi ben aperti e a volte lo sguardo è disilluso.
Ci sediamo in un bar antistante Piazza S.Antonio, coi tavolini all'aperto ed enormi ombrelloni, è bello fare i turisti. Arrivano bicchieri tintinnanti di ghiaccio, nell'attesa ci eravamo messi a giocare con la macchina fotografica. Luca mi seziona dentro scatti veloci. Porzioni di me e porzioni di cielo. Riesco a rubargli anch'io qualche foto. Non si piace lui, invece per me è bellissimo. Sarà un incantesimo molto forte, quello che ci lega, perchè io non riesco a stargli lontana troppo a lungo. Supercolla allo stato puro. Io, lui e quello che ci lega.
Chissà perchè le settimane non finiscono mai come iniziano. E per fortuna, dico io! Settimana pesante dentro e fuori dalle banche. Fuori più di trenta gradi, dentro poco più di venti. Le goccioline di sudore si congelano, evaporano. La mia schiena non ne gode. Anche questa settimana ho macinato chilometri ma non sono quelli che mi stancano. Sono i TIR che superano senza la freccia, chissà, se vivevano in Texas forse avrebbero usato le pistole. Quelli che usano la terza corsia a velocità cittadina e che lasciano le altre due vuote. La quarta la usano per il sorpasso dei TIR che viaggiano sulla prima. Lo faranno per prudenza visto che quelli non usano la freccia o perchè hanno paura che usino veramente una pistola? Aggiungiamo quelli che rispondono al telefonino e che per prudenza rallentano in modo improvviso. Non sono i chilometri, ma l'attenzione alla guida che distrugge i nervi e non posso nemmeno lamentarmi troppo, dato che di code tra Bologna e Modena durante le giornate lavorative non ce ne sono quasi più. Arrivo a casa e il mio Cucciolo ha trovato il modo di farmi del bene. Ha trovato un'altra ricetta che mi manterrà quella linea perfetta che ho raggiunto in questi ultimi tempi. Il cerchio! Un qualche cosa che non pubblicheremo e che non vi svelerò ma che adoro........ma sì che ve lo dico, piadina con salumi e formaggio. La piada l'ha preparata con le sue dolci mani mentre i salumi, quelli no, li ha presi all'Iper. Salame Golfetta, che lei adora, prosciutto crudo magro, ma così magro che sembra abbia seguito una dieta e per me....Mortadella. A lei non piace....sacrilegio!!!! Serata tranquilla in rete andando a trovare, scoprire nuove ricette dai nostri vicini di blog con il portatile nel parco del paese.Giusto giusto i quattro passi per tornare a casa, la proposta di andare in Veneto e poi si abbassano le luci e ci accoccoliamo vicini vicini. Molto vicini.
Mi sveglio presto, con la luce che filtra e rimbalza sulla sua schiena nuda. Vorrei abbracciarla ancora, ma è meglio che vada a farmi la barba, dato che ogni volta che la bacio ho la sensazione di pungerla. Mi guardo allo specchio e percorro con il rasoio le curve del viso. Gli spigoli sono spariti da un pezzo. Quando sono soddisfatto guardo l'orologio, metto la testa fuori dal bagno, sbircio in camera e vedo che mi cerca con la mano. Zitto zitto mi riaffianco a lei e lei si tranquillizza. Si mette pancia sotto e continua a dormire. Questa volta la sveglio con la colazione. I cereali ci sono, il latte pure. Vado in cucina e vedo la pila di documenti per le fatture ed il dovere prende il sopravvento. Lo accendo e mi metto al lavoro. Il tempo scorre e non mi accorgo che il mio Cucciolo si è svegliato. Digito, calcolo, cerco, trovo. Invio, spazio, ctrl v. Il computer non è solo piacere o forse meglio sul pc non si lavora solo. La gialla o la rossa? Me lo chiede così tante volte che ho quasi paura di risponderle. Ancora non ha capito che qualsiasi cosa si mette le sfavilla nel firmamento. Mi alzo e la trovo che si cambia la gonna rossa che aveva già indosso. Boccaccia mia statte zitta!!! Ma perchè non ho guardato prima di rispondere? Tre minuti e sono vestito. La scelta nella mia anta e mezzo, di due armadi quattro stagioni è stata semplice. Jeans e camicia di seta verde maniche lunghe, comprata a Rimini nei primi anni novanta. Il vintage va di moda! Si scende e il tempo di mettere la terza e già parcheggio per la colazione che alla fine non le ho portato a letto. Prima o poi ci riuscirò!
Al bar ormai conoscono i nostri gusti anche se io devo chiedere, mentre a Sabrina la servono senza che lei debba aprire bocca. Si risale in macchina e via per la A13 in direzione Padova. L'autostrada scorre. Oggi c'è poco traffico e la prima meta del nostro Sabato arriva presto. Un giro per la città ancora con i negozi chiusi ma con le bancarelle della frutta piene e colorate. Un minimo di spesa favorito da prezzi bassi e una pausa per rinfrescarci le idee sotto un’ afa quasi solida. Poi i negozi aprono ed è l’ora di tornare all’auto. I primi saldi e le vetrine invitano ad entrare. Infatti entriamo per cambiare la borsa. La sua ormai cade a pezzi. La difficoltà sarà trovarla abbastanza grande da far entrare i soliti elefanti che si porta dietro. La trova.....!!! Ora che si fa? Venezia o.....la scelta cade sull'oooo. Si va a Chioggia. Non ci sono mai stato e Sabrina....... nemmeno, per fortuna. Le indicazioni per Chioggia sono chiare e quando arriviamo, il delta del Po ci regala un magnifico spettacolo. La natura è rigogliosa ed il lungo rettilineo ci da il tempo di assaporarcelo lentamente. Mi aspettavo di trovare coda mentre la coda è nel senso opposto. Tornano tutti a casa. Scegliamo di non andare subito in città e di andare a vedere il mare. Spiagge lunghissime di sabbia fine. Gli Stabilimenti balneari, sono delle piccole città. Si paga per entrare, la sensazione che abbiamo è quella. Sono enormi. Si scorgono in lontananza gli ombrelloni e non si vede dove finisce la spiaggia. Parcheggiamo e seguendo il cartello spiaggia libera, iniziamo una breve camminata di un paio di chilometri. Sabrina ha i sandali, quelli che adora e, nonostante i loro 8 centimetri di tacco, non fa nessuna fatica a tenere il mio passo. Arriviamo alla spiaggia, ma di togliersi le scarpe “voglia zero” e allora ci si va lo stesso. Mi sembrava di fare una sfilata. Sabrina in mini e tacchi alti ed io ad accompagnarla. Gli sguardi delle signore ci investono da sotto gli ombrelloni piantati qua e là come funghi in un bosco e poi in ordine come nei più classici bagni della Riviera. Qualche sgomitata al marito che sta affondando i denti in un panino che rimane lì a metà, tra l’ingoio subito o aspetto che l’angelo svanisca tra le nebbie dell’afa. Sotto ombrelloni con colori hawaiani, alcuni bambini si divertono nella ricerca dell’oro nero, scavando profonde buche nella sabbia e la nonna che cerca di dare loro la merendina della nota casa che fabbrica ovetti di cioccolata. Ragazzi con lo stereo a volume da discoteca, su semplici teli da bagno, si godono una birra che forse mezzora prima si poteva definire gelata. Noi ci facciamo tutto il lastricato fino al bagnasciuga e troviamo un mercatino bello e ordinato gestito da quelli che in Riviera ci troviamo a gironzolare tra i lettini e che ti costringono a passare la giornata a dire no, no grazie, sei già passato, ora basta, no e ancora no, ho lasciato il portafoglio a casa ed ad inventarti le scuse più oscene. Sabrina inizia a spostare le “grucce” ed io tremo. Ci sono cose orrende ed il loro prezzo lo è ancora di più.
Meno male che Sabrina ha buon gusto e rinuncia alla cernita dopo i primi dieci o venti abitini, meglio dire stracci. Una qualche foto all’acqua che purtroppo rivela l’eccessiva vicinanza della foce del nostro fiume nazionale e riprendiamo la sfilata. Penso “ci mancano solo gli applausi” ma ho anche la paura che ci vengano fatti. Sono tutti in costume da bagno mentre noi siamo coperti, se così si può dire, dalla testa ai piedi. Eufemismo. Ripercorriamo il paio di chilometri che ci separano dalla macchina lasciata sotto il sole con io che sfido Sabrina a salire su di un muretto come si faceva da piccoli, ma la mia è la più banale delle scuse per poterla poi prendere in braccio per farla scendere, in modo da mostrarle quanto sono forte. Lei sorride, ride, scherza. Mi prende in giro facendomi notare che ora è più alta di me. Si è vero, con quei sessanta, settanta centimetri di muro sotto i suoi tacchi mi sovrasta.
Direzione Chioggia città. Mi perdo un po’ per le strade del lungo mare di Marina, ma infine raggiungiamo il centro cittadino. Notiamo molti stand, e molta gente attorno a tavoli da imbandire. Sono le sette, di sera ovviamente, ed ai tavoli non c’è nessuno. Ci sarà una Sagra, ci domandiamo. Primo problema, ci sarà parcheggio. Certo, lì davnti a quello stand, vicino a quel tabacchi. Scendiamo dall’auto completamente immersi nei nostri discorsi filosofici su come inventarci un nuovo piatto per il blog, fino a che l’occhio investigativo di Sabrina cade sul cartellone che sponsorizza la Sagra del pesce di Chioggia. Ma inizia oggi!!! Esclama. Che bello una sagra come si deve. Tantissimi stand, tutti con menu a base di pesce. Ci incamminiamo lungo la strada leggendo cosa ci propongono, finché non arriviamo in quello con più fila. Ragionamento: tanta fila dovrebbe indicare che è il migliore. Ci accodiamo anche noi. Lo stand funziona tipo mensa aziendale. Prendiamo dei gnocchetti con radicchio di Chioggia e gamberetti, due fritture, una fetta di torta alla ricotta ed una macedonia di frutta fresca. Un mezzo litro di prosecco in caraffa, fresco e profumato. Buonissimo come tutto il resto. Speso trentadue euro in due e pieni per tre. Ci alziamo veramente sazi ed un po’ allegri. L’afa non ci abbandona nemmeno dopo il tramonto e se non fosse per la quintalata di antizanzare spray che ci siamo abbondantemente spruzzati, saremmo stati la cena di nuvole di insetti ronzanti. E’ venuto il momento di una bella passeggiata sull’imbrunire tra i ponti della bellissima Chioggia. Foto ed ancora foto. Mi diverto a fare le boccacce mentre cerca di fotografarmi e lei si stizzisce ma sempre sorridendo, allora un qualche scatto glielo concedo, ma tanto….beh, qui non sono venuto poi così male….. Ma si, possono andare. Flash, mi acceca un’altra volta. Basta, per favore, le dico. Lasciati fotografare! I ponti, i riflessi del paese sull’acqua. I lampioni accesi iniziano a fare il loro lavoro e….ma quanto si diventa romantici…….. Inizia ad essere tardi, il parcheggio sta per scadere e si deve ritornare a casa. Navigatore pensaci tu………la strada si disegna sul display. Giro il volante, accendo la radio e si ritorna verso casa. La colonna sonora è rilassante. Sabrina conosce tutti i titoli delle canzoni che la radio passa. Io mi limito ad ascoltare ed a guidare. Poi, ad un certo punto, Sabrina non commenta più. Il mio Cucciolo si è addormentato. Si è addormentato tenendomi la mano. Ancora settanta chilometri di rettilineo. Settanta chilometri in cui io quella mano non la muoverò dalla sua.
INSALATA DI MAZZANCOLLE CON MELE E COCCO
INGREDIENTI:
700 gr di mazzancolle
150 gr di cocco
insalata tipo lattughina
1 mela
1 limone
santoreggia
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

Per questo piatto ci siamo ispirati ad una ricetta di Annamaria, alla sua insalata di mazzancolle con mele e paprika. Ricordo che appena l'abbiamo vista, ci siamo detti "Questa ricetta la cuciniamo anche noi!". Detto fatto. Abbiamo apportato qualche variazione, utilizzando del cocco fresco che avevamo in frigorifero. Grazie Annamaria!
La preparazione è semplicissima. Una volta lavate e pulite le mazzancolle, le abbiamo fatte cuocere per qualche minuto in acqua bollente e una volta scolate, le abbiamo lasciate raffreddare. A questo punto mi sono armata di pazienza, molta pazienza e le ho sgusciate una ad una, con Luca che mi prendeva in giro, dicendo che ci avrei impiegato almeno un paio d'ore! Terminata questa operazione, il resto è un attimo. Ho steso del lattughino su di un piatto, ho unito le mazzancolle, la mela a fettine, il cocco a cubetti e ho condito il tutto con un'emulsione di olio extravergine d'oliva, sale, pepe e succo di limone. Il tocco finale è stata una spolverata di santoreggia, erbetta aromatica ben nota per le sue proprietà afrodisiache. Il piatto è..... come dire...... mmmmmhhhh..... afrodisiaco!
Dal frigorifero è uscita una bottiglia di vino bianco, Alcamo, un siciliano molto profumato che ben si è abbinato a questo piatto. A me girava la testa, sicuramente colpa della santoreggia!

Dedichiamo questo piatto ad una napoletana trapiantata a Cosenza. Annamaria, Unika, di nome e di fatto.
Estendiamo la dedica anche ai nostri vicini di blog.
Messaggio per Precisina: oggi abbiamo preparato un piatto che pubblicheremo al ritorno dalle vacanze, dedicato a te. Siamo sicuri che ti piacerà perchè i sapori ti sono sicuramente familiari.


PREMIO!!!
Ringraziamo Silvanausa per averci regalato un'altra emozione!
Viene assegnato ai siti o blog che risaltano per la loro brillantezza nel design e nei contenuti.Le regole sono:
1) nel ricevere il premio, devi scrivere un post mostrando il premio e citando il nome di chi ti ha premiato, e il link del suo bloglive;
2) scegli un minimo di 7 bloglive (o di più) che credi siano brillanti nei loro temi o nei loro design.Esibisci il loro nome e il loro link.Quindi avvisali di aver ottenuto il premio "brillante WEBLOGLIVE.";
3) facoltativo: esibisci la foto (il profilo) di chi ha premiato e di chi viene premiato nel tuo bloglive.Ora tocca a noi con immenso piacere, girare questo premio più che ai blog, alle persone che respirano, vivono, nutrono e amano la loro passione e mettono frammenti della loro vita nei piatti e nella loro cucina. Vorremmo premiare tutti, ma vogliamo lasciare anche ad altri il piacere di fare lo stesso.
Felicissimi di passarlo a
PREMIO!!!
Meravigliosa Silvanausa, ancora grazie per averci donato questa prestigiosa statuetta!
Il presente premio è un'idea esclusiva del Graficamania Forum (http://graficamania.forumfree.net) che ne detiene ogni diritto.Questo premio verrà assegnato periodicamente a 5 spazi web che lo Staff riterrà meritevoli.Non occorre nessuna iscrizione, il premio è una spontanea dimostrazione di apprezzamento!I vincitori del premio dovranno seguire un breve regolamento

1. Esporre il premio .

2. Linkare lo/gli spazi web che vi hanno premiato e il forum Grafica mania (http://graficamania.forumfree.net)

3. Premiare a vostra volta almeno 5 spazi virtuali (siano essi blog, forum o siti) specificando le motivazioni per cui ritenete meritino il premio.

4. Inserire il regolamento del premio.

Ecco i 5 blog che premiamo

1 Antonella di UnicornoRosa

2 Cooking Mama

3 Nightfairy

4 Cielomiomarito

5 NiCla

61 commenti:

  1. complimenti per le foto bellissimi i posti meravigliosi mai stata in qui posti, io ho fatto sicilia stati uniti senza fermarmi volo diretto.e ferma qua da 12 anni
    complimenti per i premi ve li meritate tutte e 2::::::
    e una altra cosa la cintura D&G mia figlia ce la uguale lei e patita per D&G ciaoooooo adesso lei e in vacanza in italia s i sta divertento tantissimo la mia bimba che mi manca tanto

    RispondiElimina
  2. ciao che belle foto e che belli i posti dove siete s tati io me li sogno quei posti mai s tata la ho altri posti ho fatto sicilia stati uniti e sono qua ferma da 12 anni nello stesso posto mi piacerebbe farmi un bel giretto c hi lo sa forse un giono
    e i vostri premi meritataissimi bravi
    a dimenticavo la cintura D&G mia figlia ce la uguale lei e patita per D&G e altri mi manca la mia bimba adesso e la in italia in vacanza almeno lei si diverte metre che puo ciaooooooooo

    RispondiElimina
  3. scusatemi vi ho amndato 2 messaggi anzi 3 perche` non li vedevo ma dopo ho letto che il c ommento era stato salvato ok ma che sono pazza dicevo tra me mando il commento e non si vede c iaoooooooooooo cancellatene 1 se volete ciaooooo

    RispondiElimina
  4. un racconto letto tutto d'un fiato...mi ha rapito:-) mi fa piacere che vi sia piaciuta l'insalata...il tocco in più mi piace tanto...la prossima sarà con il cocco...buona giornata:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  5. Grazieee!siete molto carini, si legge che c'é un forte legame tra di voi..é molto bello..Un bacione e buon weekend!

    RispondiElimina
  6. Sono di corsa di corsa, quindi mi limito a ringraziare con tutto il cuore per il premio... stasera torno a leggere della sagra e dei gamberetti :) Buon sabato!

    RispondiElimina
  7. un'altro premio per me??? ma voi mi viziate!!! e io no ho ancora pubblicato l'altro, mamma mia oggi mi devo mettere al lavoro, mi aspetta un post chilometrico! grazie grazie grazie per aver pensato a me ragazzi! e ovviamente complimenti per aver ricevuto tutti questi premietti!

    avete scattato delle foto bellissime, quei posti sono incantevoli anche se non li ricordo molto bene perchè sono passati tanti anni dall'ultima volta che ci sono stata. ora però mi è venuta voglia di andare a sfogliare i vecchi album di foto (ancora non esistevano le digitali, eh eh!).

    sabrina ma sai che anche io sono come te? non riesco proprio a staccarmi dalle cose vecchie, mi ci affeziono tantissimo e anche se sono rovinate non riesco proprio a buttarle! infatti ho armadi pieni di roba che non uso ma che non voglio che nessuno tocchi!!!

    un abbraccio a entrambi!

    RispondiElimina
  8. ...ma come mai i maschi sanno sempre cosa indossare e noi ci cambiamo 2...
    3 volte prima di uscire? andate in vacanza? e quando tornate? sono curiosa? va bè..passo alla ricetta....i gamberi sono sempre graditi e me li mangio in qualsiasi modo, anche in questooooo! bacioni.

    RispondiElimina
  9. wow, che splendido racconto!!!!! bello e simpatico.... e il pensiero della vostra "sfilata" sulla spiaggia ... mi ha fatto sorridere (mi sembrava quasi di vedervi ..... siete grandi!!!!)
    ottima la vostra ricetta... il cocco la rende particolare, un tocco di esotico direi!
    (p.s.: davvero la linea perfetta è il cerchio? beneeeee allora anche io l'ho raggiunta.....eheheh)


    ahhhhh, che sbadato.... me ne stavo quasi dimenticando.... grazie per il premiooooooooo!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Anzitutto grazie per il premio.... ultimamente ne faccio incetta ;-) Non me l'aspettavo.... ;-) sono contenta che anche voi abbiate trovato un po' di me nel mio blog....
    per quanto riguarda il racconto...che dirvi! Molto bello! mi son messa comoda e l'ho letto in due mandate, perchè qui è ora di pranzo e alcuni rompono ;-) mi piace il modo di scrivere, intenso.
    Amo la scrittura e s'era già capito.
    Bellissima ed esoticissima anche l'insalata...con questo caldo, ci vuole!

    Un abbraccio, GràGrà

    RispondiElimina
  11. sabrina e luca volevo un consiglio...la prossima settimana saro' a Bologna per un giorno, forse due, per visitarla...avete qualche locale tipico da consigliarmi? ho letto nei vostri post pregressi anche il ristorante greco dove si mangia benissimo...mi piacerebbe andarci, un bacione e spero in una vostra risposta al piu presto, visto che lunedi parto ;-)

    RispondiElimina
  12. Silvana, che bello sentirti! Grazie per la tua dolcezza, per il calore che riesci a trasmetterci! Come ti trovi negli Stati Uniti? Chissà che un giorno non riusciamo a fare un salto dalle tue parti! Siamo contenti per la tua bimba, che si sta divertendo, salutacela!

    Annamaria, grazie ancora per essere una fonte d'ispirazione, in casa tua si mangia divinamente! Grazie per la visita, baci!

    Nightfairy, grazie e buon week end anche a te!

    Cielomiomarito, ci hai fatto sorridere, torna quando vuoi!

    Babi, allora non sono l'unica ad avere l'armadio traboccante, Luca a volte si mette le mani nei capelli! In attesa del tuo chilometrico post, un baciotto!

    Astrofiammante, partiamo domenica, cioè domani, la nostra meta è la Costiera Amalfitana, soggiorniamo vicino a Ravello, poi ovviamente gireremo in lungo ed in largo tutta la Costiera. Abbiamo bisogno di staccare la spina, Bologna ci sta succhiando tutte le energie!

    Carissimo Dario, secondo noi, stai già dimagrendo,se da te fa caldo come qua, avrai già perso un chilo! Anche tu ci hai fatto sorridere, sei una bella persona!

    Carissima GràGrà, grazie per le bellissime parole, anche noi amiamo leggere, scrivere, scoprire, muoverci, conoscere, siamo curiosi. Ci piace addentrarci nel tuo blog, è intenso, questo è l'aggettivo che ci sembra il più giusto! Più tardi passiamo da te e ti daremo qualche suggerimento riguardo locali tipici! Il Greco non perdertelo, siamo passati un'ora fa da quelle parti, per controllare che non fosse chiuso per ferie, per fortuna è aperto! Ci sarebbe piaciuto conoscerti e passare una serata fuori, da qualche parte, ma domani partiamo per la Costiera Amalfitana, abbiamo bisogno di allontanarci dalla città! Ci sarà un'altra occasione, magari ad ottobre riusciamo a venire davvero in Sicilia! Appena Luca si sveglia, passiamo da te, è crollato nel sonno!

    Un dolcissimo bacio a tutti e buon sabato!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  13. che incanto i vostri post...mi sembra di leggere le pagine di un diario...mi mancherete ...ci sentiamo a settembre!!! vi abbraccio!!!

    RispondiElimina
  14. io ci ho provato ma alla fine non sono riuscita ad andarci ! beati voi ! anche quello che avete mangiato mi fà uscire una lacrimuccia...sigh!intanto buon divertimento e grazie delle belle foto .

    RispondiElimina
  15. No queridos, heste es muy romantico
    y que bonitas foto y algo....mas,
    encantadora, Luca...ojos, que llego a Bologna, te lo advierto.
    Sono sincero, la ricetta lo saltata, ho fatto male?
    Sapete che mi è piaciuto lo scambio dei baci, anche se Luca....
    vabbè allora si continua con ancora due
    BACIONI
    CIAOOOOOOO
    Nino

    RispondiElimina
  16. What a great trip you had. It screams romance and great food. Sabrina you look fantastic. How do you stay so slim when you guys create these wonderful dishes! Beautiful photos. You guys are a great couple truly in love.

    RispondiElimina
  17. Carissimi,
    ecco, mi piace...state alzando gli occhi...anche a ciò che vi circonda, palazzi, spiagge cibo, animali,.... poi tutta la vostra eterna contemplazione sensuale, come se foste soli soli si incastra nel racconto...
    Ottimi percorsi...anche entro voi stessi!!!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. Estimado Nino, cuando llegue a Bologna? Gracias por tus bonitas palabras!Nino, el espanol es tan sensual.... ce la siamo cavati?
    Sbaciucchiamenti e ora corriamo a fare le valigie!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  19. Buon viaggio ragazzi... aspetto di leggere attraverso le vostre parole e le bellissime foto la vostra vacanza...a prestissimo
    un bacio
    Claudia

    RispondiElimina
  20. grazie siete stati gentilissimi! è vero, si ci sarebbe potuto incontrare, è stato un peccato! e va bhe, se capitate in sicilia, mica mancheranno occasioni! cercate di organizzarvi per l'ottobrata....piu' che altro, avrei voluto chiedervi, se il ristorante greco, si trovasse bologna centro...e che speranze ci sono di raggiungerlo, per noi stranieri :))))))))))))

    RispondiElimina
  21. Dear Glamah, we like great food, but we're always on the run, I think that's the reason I stay slim. Thanks for your being so sweet!
    Kisses
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  22. Carissima Ivana, abbiamo alzato gli occhi, sì! E' bellissimo quello che hai scritto, hai il dono raro di riuscire ad incantare con le parole! Ti abbracciamo!

    Nonsoloattimi, buone vacanze anche a te, ci sentiamo al ritorno! Anche se il blog rimarrà aperto e qualche capatina la faremo!

    GraGrà, passiamo da te per i dettagli!

    Baci a tutti e buona domenica di sole!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  23. Avete un intensità nel condividere le vostre esperienze perosonali con noi, invidiabile!
    I vostri racconti sono sempre ricchi, dettagliati, rilassanti, sembra quasi di essere lì e guardarvi dall'alto, belli, belli, belli

    p.s. Lucaaaa concediti alla macchina fotografica, dopo quello che ti ha scritto Sabrina...

    baci

    RispondiElimina
  24. io sono come Luca...non riesco a stare davanti alla macchina fotografica...non mi piaccio mai e così faccio facce e scappo...Chioggia è davvero splendida ho un ricordo lontano ma bello....buone vacanze...tornate con tante foto, nuovi racconti deliziosi e splendidi come siete! un abbraccio

    RispondiElimina
  25. Anicestellato, anzitutto grazie per quello che ci hai scritto!
    Ben detto...Luca si deve concedere di più!!!! All'obiettivo, intendo!

    Lo, torneremo di sicuro carichi di foto! Abbiamo bisogno di fare il pieno di vita!!!

    Buona domenica e buona settimana a tutti i nostri diletti!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  26. Ogni volta mi dico: no, il post è troppo lungo, non ce la faccioa leggerlo...e invece ogni volta mi fregate, perchè è impossibile non farsi risucchiare dai vostri racconti doppi....se ci fermassimo più spesso a pensare come il nostro compagno/a vive le piccole cose che ci capitano ogni giorno, penso che capiremmo molto di più della nostra vita di coppia!

    Vi mando un bacio, e buona settimana se è ancora lavorativa per voi...ciao!

    RispondiElimina
  27. Grazie per averci letto, carissima Ciboulette, buone vacanze! Per noi, niente settimana lavorativa, tra qualche ora partiamo anche noi per le vacanze!
    Un bacio
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  28. ciao ragazzi sono passat per salutarvi buona vacanza e non dimenticate qualche foto ciaoooo

    RispondiElimina
  29. Vi ringrazio del premio, mi ha fatto molto piacere. Scusatemi se non mi faccio "sentire" molto ma io non scrivo molto nè sul mio blog (anzi lo considero amcora più un catalogo dei miei lavoretti che un blog vero e proprio) nè molto sugli altri perchè la verità è che non so ancora usare bene il computer: leggo tutto ma per scrivere mi incasino ogni volta (infatti molte volte mi aiuta Jacopo) e poi anche volendo, il computer è sempre ocupato da lui e dalle ragazze.
    Ho letto il vostro racconto e mi è piaciuto tantissimo... siete proprio una bella coppia :-D
    Ciao, Claudia/Nicla

    RispondiElimina
  30. Si, sono d'accordo con Luca: in foto viene meglio Sabrina :-D Anche se, pur sforzandomi al massimo, non sono riuscito a vedere la minigonna gialla hahahaha
    Siete troppo simpatici ragazzi !!!!
    Continuate a girare per mercatini e sagre allora, magari anche ad Amalfi :-)
    Buona vacanzaaaaa...
    Jacopo

    RispondiElimina
  31. Bello questo racconto fotografato passo passo...ed originale i sapori accostati all'isalatina per contonare il vostro rilassante ritorno verso casa...un abbraccio affettuoso *__*

    RispondiElimina
  32. ciao carissimi, grazie 1000 del premio! on questi giorni sono sull'appennino (abetone) e non sempre ho la possibilità di connettermi...se riesco ritiro il premio...
    bellissimo post, stupende le foto! baci!

    RispondiElimina
  33. Bellissima gita e come sempre bellissimo racconto a due mani. E' molto piacevole e rilassante leggervi. La ricetta si commenta da sè, semplicemente strepitosa, con quel suo gusto un po' esotico
    Un bacio e buon inizio settimana
    Fra

    RispondiElimina
  34. Buongiornoooooo Luca & Sabrina!!!!
    Morettina chiude per ferie... sarò assente per circa due settimane..
    Buone vacanze!!!!
    ^__^

    RispondiElimina
  35. allora andate a cercare la vita....so per certo che siete capaci di trovarla

    RispondiElimina
  36. è sempre un piacere leggervi!
    l'insalata mi piace un sacco!
    a presto!

    RispondiElimina
  37. ritorno per scusarmi, non ho risposto ad una vostra domanda, sono una vera sbadata!!!
    cmqùcredo che la robiola possa andar bene, io non l'ho mai usat ma ho visto qualcuno che la usa per le cheesecake... ;)
    a presto

    RispondiElimina
  38. Che bel racconto, mi sembrava di esser lì con voi.....
    grazie di tutto e buonissima giornata!

    RispondiElimina
  39. E chi ci va più in libreria...ho roba migliore da leggere!!! Siete fantastici...e non vedo l'ora di vedere il piatto dedicato!!!

    RispondiElimina
  40. Ciao carissimi
    un saluto veloce dopo la lettura fatta tutto d'un fiato!!
    Buonanotte
    Grazia
    p.s.
    Anche io non riesco a levare nulla dagli armadi: mi affeziono a tutto e non riesco ad eliminare mai nulla!!!

    RispondiElimina
  41. Oh! Io i premi li ho ritirati, ma voi n'dò siete??? A giro eh????
    ;-PPPP

    RispondiElimina
  42. Silvanausa, ci stiamo godendo le vacanze, torneremo con tante foto!

    Nicla, i tuoi lavori sono bellissimi, ti verremo a trovare spesso!

    JaJo, la prossima volta indosserò una gonna più lunga, così la vedrai meglio, ci hai fatto sorridere, baci!

    Mariluna, un abbraccio anche a te!

    Mammadeglialieni, goditi il fresco dell'Abetone!

    Fra, grazie dei complimenti!

    Morettina, buone vacanze anche a te!

    Lo, di gente ce n'è anche troppa, qui in Costiera, solo per parcheggiare ci vogliono ore!

    Panettona, proveremo con la robiola, è da un po' che ne parlavamo!

    Precisina, troppo buona!

    Mammazan, allora abbiamo anche l'armadio in comune :-DDD

    Susina, siamo circondati da mare e promontori, mentre la luna si specchia sull'acqua e catene di luci disegnano il panorama!

    Da Ravello ringraziamo tutti quelli che ci sono venuti a trovare, non abbiamo attaccato il cartello di chiuso per ferie, perchè ogni tanto, connessione permettendo, faremo qualche incursione nei blog!
    Baci sotto la luna
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  43. Ciao amichetti, vi saluto perchè vado in vacanza...siete pure voi in ferie vero??? Vi abbraccio!!! LAle

    RispondiElimina
  44. ahahah la sfilata sulla spiaggia ahahah ! Siete forti ragazzi ! Ottime ste mazzancolle ;)
    Vi saluto, chiudo per ferie, ci si rivede su questi schermi a Settembre ;) ciao, baci.

    RispondiElimina
  45. Buongiorno ragazzi , passo per un saluto... spero che vi stiate godendo dei momenti magici...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  46. carissimi miei innamorati!
    :-)
    da amante della fotografia,se pur in modo diverso...(sapete il mio modo.. diciamo un pò dark.)
    devo dire ke le vostre foto sn bellissime.... bei posti e belli scatti! :-)
    come state ragazzi!?!

    vi lascio il mio caloroso saluto.....


    ps x quanto riguarda quello ke mi kiedevi,sabrina sulla mia ultima foto...... nn saprei ti posso dire ke nn lo studiata... ma ammetto ke guardandola meglio,dopo il tuo commento... si... si può notare quello ke ti ha ispirato... in un certo modo si rispecchia!
    grazie x il tuo pensiero come sempre.... e grazie x avermi fatto notare..........

    a presto cari.....

    a volte ritorno.
    :-)

    RispondiElimina
  47. Da Sorrento, sotto il sole che si specchia sul mare, da un Internet cafè, dove la connessione ha la stessa velocità di una lumaca zoppa, cieca e sorda, ci colleghiamo per salutare tutti, in particolare

    Lale, divertiti in vacanza, dovunque tu sia!

    Emilia, anche tu hai chiuso per ferie, buona vacanza!

    Nonsoloattimi, ci godiamo quei magici momenti, un bacio!

    Emiliano, amiamo il tuo dark side! Ti sbaciucchiamo!

    Grazie a tutti ed un urlato buone vacanze, sorseggiando limoncello.
    Baci Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  48. Ma come ve ne andate lì dove ogni volta lascio il cuore e non mi dite niente????Ragazzi, nn trascurate Praiano, il mio posto dell'anima...andateci e cercate di passare una notte magica in un certo alberghetto con vista mare mozzafiato....il silenzio vi darà quasi fastidio, la mondanità e il traffico lì non esistono anche ad agosto. Se avete bisogno di info e dritte chiedete pure!!!

    RispondiElimina
  49. ma insomma siete sempre in vancanza???
    Divertitevi anche per mer
    Baci
    Grazia

    RispondiElimina
  50. Mammazan, faremo il possibile per divertirci anche per te! Ma presto torneremo anche noi ai fornelli.

    Paola, ti capiamo che ci hai lasciato il cuore! A Praiano siamo passati per andare a Positano, ripromettendoci di ritornarnarci. Purtroppo , il giorno dopo, a Furore la strada è franata e quindi puoi immaginare....raggiungiamo le nostre mete per lo più via mare. Come si chiama l'albergo che ce lo segnamo per la prossima volta?

    Baci dal traghetto per Ischia!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  51. Oh "gitani!!!!!!!!!!!" Sempre in giro siete???
    bacioni!!!!!

    RispondiElimina
  52. Mamma mia che post chilometrico ma il finale meritava di leggerlo tutto... veramente gustoso questo piatto io adoro i gamberi da provare ;) buone vacanze

    RispondiElimina
  53. mamma mia che mega post... ma mmeritava di leggerlo tutto la ricettina è davvero goduriosa adoro i gamberi ;) buone vacanze

    RispondiElimina
  54. ciao carissimi,
    grazie del premio che esporrò non appena torno a casa e riprendo possesso della connessione. Buone vacanze a tutti.
    CookingMama
    http://cookingmama.myblog.it

    RispondiElimina
  55. Hola BELLEZZA, mi riferisco a Sabrina,
    visto che il papero ce l'hai, al tuo ritorno, passi da me ritirare un paperino.
    Trovi una scusa per Luca ....ti aspetto.
    Besos a lo dos
    Nino

    RispondiElimina
  56. L U C A
    A U G U R O N I.
    Sabrina cara, quel bacio che hai
    lasciato da me......te lo ridò
    e daglielo a Luca.
    CIAO
    Nino

    RispondiElimina
  57. Ragazzi,

    ci siete?
    Vi scrollate la sabbia di dosso...mettete a riposo la povera melanina, finalmente????

    Un abbraccio da nonna

    RispondiElimina
  58. Susina, siamo appena tornati, ma non sai quanta voglia, lungo il ritorno, di invertire la rotta!

    Tatiana, forse è il post più lungo fino ad oggi, ma ci fa piacere che l'hai letto TUTTO!

    Nino, passo subito a ritirare Paperino, grazie! Un abbraccio stretto stretto!

    Nonna Ivana, ce la siamo scrollata la sabbia, l'abbronzatura quella invece, ce la siamo portata a casa!

    Baci da casa nostra, tra valigie da disfare e la lavatrice che sta già sbuffando!
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  59. Cooking Mama, fai pure con calma, le vacanze sono sacre.... so take it easy!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  60. ma come mi sono mancati i vostri post!!!
    troppo simpatici!!!
    un bacione grosso grosso

    RispondiElimina
  61. beh cosa dire, semplicemente un blog "divino", e per le parole, e per i piatti, e per voi....spero di continuarvi a leggere malgrado il poco tempo, e complimenti a voi!

    RispondiElimina

Chiunque è il benvenuto, dagli anonimi ai griffati....la porta di casa nostra è aperta a tutti, l'importante è il rispetto. Chi non ne ha sarà lasciato fuori assieme alla sua cattiva educazione!!!!
I commenti ci rendono felici.....

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...